PITTart - Pitture e artisti in mostra permanente
Pitture e artisti
HOME   ANNA MARIA GUARNIERI  ELENCHI  ARTE  ISCRIZIONI  VIDEO  PER PITTORI  ANNUNCI  ARTICOLI  NOTIZIE 

SITE MAP

Entra nei nostri elenchi d'arte

Il critico e le modelle by Giorgio Grasso

Top Painters 


Florence bike tours - Guided bike tours, the smartest way to visit Florence and Tuscany

Grandi pittori maestri di ogni tempo

Quadratura, quadricromia, quadriga, quadro, quotazione

Glossario d'Arte: quadratura, quadricromia, quadriga, quadro, quotazione

Glossario d'arte
IL GLOSSARIO D'ARTE è un utile strumento di consultazione al servizio di tutti gli amanti  dell'arte, per conoscere meglio questo mondo delle meraviglie.

A - B - C - DE - F - GH - I - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - Z

QUADRATURA

Il termine quadratura deriva probabilmente dalla frase “lavoro di quadro” usata dal Vasari, intendendo un dipinto realizzato adoperando "la squadra e le seste”.
La quadratura è un tipo di pittura murale basata su prospettive architettoniche atte a creare un'illusione ottica di un'architettura reale.
La tecnica della quadratura si impone intorno al diciassettesimo secolo ed è stata applicata su pareti, soffitti, cupole e scenografie, da artisti detti quadraturisti o prospettivisti come Porta, Zelotti, Caliari, Mengozzi Colonna, Crosato, Curti, Mitelli, Aldrovandini e altri.

QUADRICROMIA

La quadricromia è l'insieme dei quattro colori utilizzati nella stampa offset e identificati dalla sigla CMYK.
La stampa in quadricromia consente di stampare immagini con l'utilizzo di soli quattro colori, il cyan (C - simile all'azzurro), il magenta (M - simile al rosso), il giallo (Y- Yellow) ed il nero (K - Key black).
La “K” nella sigla "CMYK" si riferisce a key (chiave), in quanto i sistemi di stampa usano una “lastra chiave” (“key plate”) per allineare le lastre degli altri tre colori (il ciano, il magenta ed il giallo).
La stampa a colori si effettua scomponendo le tinte dell'originale in quattro colori semplici che, sovrapponendosi durante lastampa, riproducono fedelmente l'originale.

QUADRIGA

Il termine rappresenta un gruppo di pittori tedeschi che operavano a Francoforte intorno al 1953.
Il termine Qadriga venne coniato dallo scrittore René Hinds, che, volendo esprimere la forza e l'impeto dei pittori Bernard Schultze, Karl Otto Goltz, Otto Greis, Heinz Kreutz, prende in prestito il nome del carro romano da parata, ovvero la Quadriga.
La prima mostra di questi quattro pittori, svoltasi nella "Zimmer Galerie Franck" di Francoforte fece molto scalpore, dando un contributo significativo alla strada dell'arte tedesca nel contesto artistico internazionale dopo la fine della seconda guerra mondiale conclusasi con la disfatta della Germania.

QUADRO

Un quadro, in pittura, è in genere il risultato dell'applicazione di pigmenti su un supporto che può essere carta, tela, legno, ceramica, vetro, metallo ecc.
Essendo i pigmenti solidi, è generalmente necessario utilizzare un legante (chiamato medium)in modo da ottenere un impasto stendibile e aderente in modo durevole al supporto.
Il risultato di questo procedimento è un quadro fatto per arredare e per arricchire l'occhio, l'intelletto e l'anima

QUOTAZIONE

Quotare è in genere sinonimo di valutare o determinare. La quotazione in arte è il grado di stima, di apprezzamento e di consenso che ha un'artista, ma soprattutto è la valutazione di mercato delle sue opere.
Ma come si determina il valore di mercato e dunque la quotazione?
Un primo valore viene determinato dalla stima della Casa d'Asta e poi dal risultato dell'asta.
Le Case d'Asta effettuano le proprie stime, confrontando l'opera (oggetto di stima) con opere simili vendute e dello stesso autore. Dunque tante opere vendute all'asta dello stesso autore, determinano un valore di un artista sul mercato dell'arte, o meglio il valore delle sue opere.
Considerato che le opere sono di diverse dimensioni, è necessario applicare la seguente formula matematica per stimare un opera:
(base mt + altezza mt) x indice di quotazione dell'artista x 1000 = valore stima
Per fare un esempio:
l'artista PIZZARTOBI (nome di fantasia) quotato con indice 6 che mette all'asta un suo quadro di 1 mt x 1,5 mt avrà la seguente stima: (1 + 1,5) x 3 x 1000 = 15.000,00 Euro
Ovviamente la quotazione di un artista in un asta è sempre più bassa della quotazione applicata da una galleria, allo stesso modo di qualsiasi prodotto che ha un prezzo all'ingrosso e uno al dettaglio.
E gli artisti non quotati? Ogni artista oggi quotato è stato per lungo tempo nel "limbo" dei non quotati, fino a quando vari collezionisti hanno iniziato a interessarsi di lui e poi a contendersi le sue opere.
Dunque un occhio esperto potrà fare dei buoni affari acquistando opere non quotate anche se è noto che "non tutte le ciambelle riescono col buco".
Se vuoi conoscere le quotazioni di alcuni artisti accedi a quotazioni artisti italiani .

Opere di Anna Maria Guarnieri